ALL'ANTICA ERBORISTERIA MADRESELVA IN VIA ALIBERTI 31 AD ASTI SONO ARRIVATE LE MASCHERINE E GEL IGIENIZZANTE-- APERTA CON IL CONSUETO ORARIO 9-12.30 15,30-19,30 TUTTI I GIORNI DAL LUNEDI' AL SABATO
Domenica, 05/04/2020
17:11

Direttore responsabile Franco Musso

ASSOCIAZIONE RADIO ASTI EUROPA P.IVA 01553610054

 

Home Page

 

 

 


“Necessarie politiche di integrazione per le persone autistiche”

Lo ricorda Allasia in occasione della Giornata mondiale di sensibilizzazione sulla patologia.

“In un momento difficile come quello che stiamo vivendo, la quotidianità delle famiglie con figli autistici diventa ancora più complessa. Infatti, oltre a vivere le tante situazioni problematiche che l’emergenza sanitaria in corso presenta, i genitori devono affrontare un’altra emergenza, quella della difficile gestione e cura dei propri figli”, così afferma Stefano Allasia, presidente del Consiglio regionale, in occasione della Giornata mondiale della consapevolezza sull’autismo, istituita dall’Assemblea generale dell’Onu e che si celebra il 2 aprile.
++++++++++++

Torino, 28 marzo 2020

CORONAVIRUS PIEMONTE: SOPRALLUOGO ALLE OGR DI TORINO PER POSTI DI TERAPIA SUBINTENSIVA E DEGENZA

Si è svolto, in queste ore, un sopralluogo presso le OGR da parte dell’Unità di Crisi della Regione Piemonte, Comune e Prefettura di Torino e la società OGR che gestisce le ex Officine grandi riparazioni, al fine di valutare l’allestimento di un’area di circa 100 posti da dedicare alla degenza e alla terapia subintensiva per i pazienti di media e lieve entità.

Lunedì si farà il punto per decidere sulla base dei rilievi tecnici effettuati.
++++++++++++++

Torino, 27 marzo 2020
FONDO SOSTEGNO ALLA LOCAZIONE, CAUCINO: AIUTIAMO IL PIU’ POSSIBLE CHI E’ MENO GARANTITO
“Da cinque anni in Piemonte la procedura di sostegno alla locazione a canone libero era bloccata, perché non finanziata a livello nazionale. Oggi abbiamo approvato, in videoconferenza di Giunta, la mia proposta di allocare una disponibilità finanziaria di circa 3,6 milioni di euro per il sostegno all’accesso alle abitazioni in locazione”. Queste le parole di Chiara Caucino, assessore alle Politiche abitative.

“Un’operazione – precisa l’assessore – che permetterà di sostenere in modo concreto i piemontesi nel difficile percorso che si troveranno ad affrontare nei prossimi mesi”.

“Due i criteri per poter accedere: il valore del reddito attestato dall’Isee 2020 pari al doppio della pensione minima Inps per l’anno 2019 e l’incidenza del canone di locazione superiore al 28 per cento sul reddito complessivo. Ipotizziamo di poter raggiungere circa ottomila nuclei di affitti privati”, sottolinea Caucino.

La Misura è potenzialmente rivolta a tutti i cittadini piemontesi ed è pertanto necessario avvalersi della rete dei Comuni capofila, per agevolare la possibilità di accesso a tutti i richiedenti.

“I nostri concittadini – conclude l’assessore - devono sentire vicina l’Istituzione regionale nella battaglia che tutti insieme dobbiamo combattere e tutti insieme possiamo vincere”.
++++++++++++++
Torino, 24 marzo 2020

L’ASSESSORE TRONZANO: “L’ELETTRIFICAZIONE DELL’AUTOMOTIVE
ASSET SU CUI COSTRUIRE IL FUTURO DELLO SVILUPPO DEL PIEMONTE”

L’assessore alle Attività produttive della Regione Piemonte, Andrea Tronzano, afferma che “l’elettrificazione del comparto Automotive è uno degli asset su cui costruire il futuro dello sviluppo del Piemonte ed è uno dei pilastri su cui si basa il Piano della Competitività. L’emergenza dettata dalla situazione sanitaria impone però di non abbandonare del tutto i percorsi tradizionali come il diesel per non compromettere l’attuale produzione. E questa è un’idea maturata dall’ascolto di chi si occupa di questo settore in prima persona come Paolo Scudieri, presidente dell’Associazione dei Costruttori Anfia. (il Covid – usando le parole stesse di Scudieri – può essere l’occasione per rivedere l’agenda europea sui settori strategici come l’auto)”.

“Un’attenzione particolare - prosegue Tronzano - a un comparto che, anche per tutelare produzioni e salvaguardare posti di lavoro, ha bisogno di programmazione e di tempo. Insomma un patrimonio di conoscenza e di lavoro che non possiamo disperdere. Sperimentazione e tradizione sono le parole chiave del futuro dell’Automotive”.
24/3/20
+++++++
Coronavirus, Grimaldi (LUV) scrive a Cirio: Fermare le attività non essenziali e aumentare le prevenzioni per tutti i lavoratori che resteranno esposti
“In Italia si va ancora al lavoro in aree funestate dai contagi da Covid-19, senza che nessuna istituzione si scandalizzi. Per riguardo ai dipendenti del trasporto pubblico si tagliano le corse e indovinate che cosa accade? Negli orari di punta i mezzi sono pieni. Possiamo anche prendercela con chi fa finta di correre (tra l’altro, anziché vietare, si potrebbe pensare a delle fasce orarie dalle 21 alle 8 di mattina), ma finché non fermeremo tutte le attività non legate ai servizi essenziali e agli approvvigionamenti sarà difficile ridurre le occasioni di contagio” - dichiara il Capogruppo di Liberi Uguali Verdi, Marco Grimaldi, che chiede inoltre di estendere le misure misure di aiuto previste dal “Cura Italia” anche agli stage e ai tirocini ora sospesi e agli iscritti agli ordini professionali, integrando le misure di sostegno alle relative casse previdenziali.

“Ho comunque l’impressione che il dato in aumento sia in gran parte collegato ad altre forme di prevenzione non impeccabili, a partire dalla protezione di chi sarà fino alla fine obbligato a lavorare in prima linea: non solo medici e infermieri ma anche, per esempio, chi lavora in un'RSA o chi sta dietro il bancone di un supermercato” - prosegue Grimaldi. - “Il problema sono i tamponi? Anche, ma sebbene nelle scorse ore la strategia in Piemonte sembri cambiata, il numero delle persone sottoposte al test non potrà cambiare subito significativamente finché mancano i reagenti, i laboratori e gli operatori necessari. Tuttavia, a prescindere da questo, c'è un'urgenza di prevenzione per tutti coloro che continueranno a essere esposti fino all'ultimo. Hanno bisogno di ogni supporto e le polemiche servono solo se da domani ognuno di loro sarà più sicuro. Infine, apriamo nuovi ospedali temporanei ma capiamo anche come renderli operativi. Senza personale medico non si va da nessuna parte. Serve solidarietà tra le regioni e tra tutti i paesi europei e del pianeta” - conclude Grimaldi, che ha inoltrato tutte queste richieste e osservazioni ai decreti (inclusa la proposta delle fasce orarie per l'attività podistica) questa mattina per lettera al Presidente Cirio.
20/3/20
++++++++++++++
17/3/20
INSIEME ANDRA’ TUTTO BENE”, UN AIUTO CONCRETO PER IL TERZO SETTORE
“Un aiuto concreto ed encomiabile quello che la Fondazione Compagnia di San Paolo ha appena destinato al Terzo settore. In un momento così delicato come quello che stiamo vivendo, in una situazione che, a causa del diffondersi del Coronavirus, vede profondamente modificati i nostri stili di vita, le opportunità di crescita e sviluppo di numerose realtà legate al Terzo settore, rivolgo tutto il mio plauso all’iniziativa su cui la Fondazione Compagnia di San Paolo ha voluto investire per dare nuova forza e impulso alla società e all’economia. Mi auguro che tante altre Fondazioni possano operare in questa direzione, per il nostro Piemonte che in questo momento ha, più che mai, la necessità di guardare al futuro”. Queste le parole di Chiara Caucino, assessore regionale al Welfare.

Nell’ambito delle iniziative a carattere emergenziale la Fondazione Compagnia di San Paolo ha deciso di mettere in campo il Bando “Insieme andrà tutto bene” per la promozione di attività a favore di persone fragili, di minori e di famiglie in situazione di difficoltà. Nello specifico l’obiettivo è contribuire a ridurre in Piemonte e in Liguria i disagi sociali collegati alla diffusione del virus COVID-19 e alle restrizioni connesse con le misure per il contrasto e il contenimento del suo diffondersi.

“Attraverso la promozione di attività e supporto alle persone fragili, minori e famiglie in situazione di difficoltà nella fase emergenziale, la Compagnia ha dimostrato grande sensibilità offrendo un importante aiuto al Piemonte – prosegue Caucino – gli interventi previsti permetteranno alle fasce di popolazione più debole di sentirsi parte di una vera e propria comunità”.

Il Bando si rivolge a enti del Terzo settore ed enti religiosi che realizzano le proprie attività in Piemonte e/o in Liguria. Si tratta di progetti con contributo massimo erogabile di 25mila euro ciascuno, per un finanziamento di 500mila euro complessivi.

Le domande di partecipazione potranno essere presentate entro il 22 marzo 2020 e verranno considerate in via prioritaria proposte che prevedano la collaborazione tra diversi enti del Terzo settore e tra enti del Terzo settore ed istituzioni pubbliche.

A coloro che presentano domanda viene richiesto di dimostrare come l’intervento verrà realizzato in coerenza, sinergia e complementarietà con le azioni e i servizi programmati e dispiegati sul territorio dalle istituzioni pubbliche (ad esempio, da Comuni, Enti gestori delle funzioni socio-assistenziali). Sarà considerato elemento premiante che intervento proposto sia incluso nel quadro di azioni a regia comunale e/o intercomunale in risposta all’emergenza.
++++++++++++++
Psr 2014-2020 Piemonte: proseguono i pagamenti da parte di Arpea
Tranche da oltre 3,6 milioni per le imprese agricole

L’Agenzia regionale piemontese per le erogazioni in agricoltura – Arpea - sta liquidando un ulteriore tranche di 3.611.455 euro di contributi, finanziati tramite il fondo europeo Feasr e relativi alle misure del Programma di sviluppo regionale 2014-2020 che andranno a beneficiare 112 aziende piemontesi.

"In un momento di grande difficoltà per il Piemonte, per l’emergenza sanitaria che stiamo vivendo e che si ripercuote anche sul comparto agricolo piemontese, è importante saldare nei tempi previsti i pagamenti dell’anno 2019 a favore delle aziende agricole piemontesi, compresi i pagamenti di anni pregressi che presentavano criticità . Grazie al lavoro di collaborazione tra Arpea e Assessorato all’Agricoltura e cibo della Regione Piemonte, i Caa – Centri di accoglienza agricola, nel mese di marzo la Regione eroga un’ulteriore tranche di contributi che andranno alle nostre imprese”.
13/3/20
+++++++++++
LA SOLIDARIETA’ DEL PRESIDENTE STEFANO ALLASIA AL PERSONALE CHE OPERA NELLE CARCERI

Nessun indulto ed amnistia, ma pene esemplari per chi provoca rivolte
Quello che è successo in questi ultimi giorni in molte carceri italiane ed anche piemontesi è semplicemente surreale, è una situazione assurda e pericolosa. Desidero esprimere solidarietà alla Polizia Penitenziaria, a tutto il personale delle strutture detentive, nonché ai volontari, per una situazione che va monitorata senza che sia assolutamente sottovalutata. La mia solidarietà va estesa anche a tutte le Forze di Polizia che, oltre all'aggravio già creato dalle necessità di controllo per le nuove norme sull'intero territorio nazionale, hanno coadiuvato la Polizia Penitenziaria a fronteggiare i duri attacchi da parte dei detenuti. Credo che la questione Coronavirus sia un classico pretesto per chiedere un alleggerimento delle misure detentive, per spalancare le porte degli istituti di pena. Nessun indulto ed amnistia quindi, mi auguro anzi che il governo riveda il sistema carcerario per garantire un maggior numero di forze dell’ordine per la tutela della sicurezza all’interno delle strutture. Mi auguro che vengano inflitte pene esemplari straordinarie e immediate contro chi provoca le rivolte nei penitenzia11/3/20
++++++++++
REVOCA DI STATO DI MASSIMA PERICOLOSITA’ INCENDI BOSCHIVI IN PIEMONTE

La Regione Piemonte ha revocato, a partire dal giorno 11 marzo, lo stato di massima pericolosità incendi boschivi su tutto il territorio regionale, in considerazione delle condizioni meteorologiche attuali e previste, dal Centro funzionale Arpa Piemonte.

Si raccomanda sempre e comunque la massima attenzione e responsabilità, da parte dei cittadini piemontesi, nel non compiere azioni che possano innescare incendi e favorirne la propagazione.

Si ricorda in caso di avvistamento di incendio boschivo, di chiamare sempre il 112 fornendo informazioni il più possibile precise per contribuire in modo determinante a limitare i danni all’ambiente.
++++++++++

ISTITUITA UNA TASK FORCE REGIONALE PER ACCOMPAGNARE LE SCUOLE NELLA TRANSIZIONE DIGITALE E PER CENSIRE QUELLE CHE HANNO GIA’ AVVIATO LA DIDATTICA ONLINE

L’ASSESSORE CHIEDE AL GOVERNO DI SBLOCCARE I 33 MILIONI RISPARMIATI

DEL PIANO BUL

Torino, 4 marzo 2020

In attesa di conoscere il DPCM ancora in aggiornamento per il contenimento della diffusione del Coronavirus, la Regione fa sapere di aver attivato da oggi una task force per eseguire un censimento delle scuole piemontesi che hanno già avviato l’attività online e per accompagnare quelle meno attrezzate nella transizione dalla didattica tradizionale a quella in rete. L’organismo è costituito da Regione, consorzio TopIx, Miur, Csi Piemonte e della Fondazione per la Scuola della Compagnia di San Paolo.

L’assessore ai Servizi Digitali fa sapere che rivolgerà domani una richiesta formale al governo per mettere subito a disposizione del Piemonte - attraverso un decreto urgente - le risorse risparmiate dalla posa della Banda Ultra Larga, somma che equivale a quasi 33 milioni.

Queste risorse - secondo l’Assessore - potrebbero essere utilizzate per le piattaforme pubbliche di formazione a distanza delle scuole medie superiori e inferiori oppure per l’attivazione dei voucher per servizi di connettività, allacciamento e pagamento dei canoni.

In accordo con l’Unità di Crisi e con l’assessorato alla Sanità, sarà inviata una richiesta a tutti i sindaci per verificare la possibilità di mettere a disposizione locali connessi alla rete dedicati agli studenti che non sono in possesso di strumenti digitali per seguire l’attività didattica. I locali dovranno essere conformi alle disposizioni di sicurezza per evitare la diffusione dei contagi da COVID-19. Il Csi Piemonte integrerà il numero verde della Regione con un servizio dedicato alle scuole.

Poter disporre di una banda larga moderna, efficiente e diffusa su tutto il territorio - aggiunge l'assessore regionale all'Istruzione - consentirebbe davvero al Piemonte di accelerare anche per quanto riguarda la scuola e l'istruzione. Situazioni di emergenza, come il coronavirus, dimostrano che l'alta velocità telematica può essere fondamentale anche per l'attività didattica, oltre che, ovviamente, per miriadi di altre applicazioni. Mi auguro che il governo accolga questa richiesta, che viene incontro alle esigenze anche di tanti territori ad oggi sostanzialmente isolati e che necessitano di una connessione veloce ed efficiente.

La presente comunicazione è mancante di virgolettati e nomi degli assessori secondo quanto disposto dall’art.9 c.1 della legge 22 febbraio 2000 n. 28 in tema di par condicio nei periodi pre elettorali e referendari.

++++++++++++++
Nomine del Consiglio regionale

Cda Ires, a Zanetta incarico a titolo gratuito.

Il Consiglio regionale nella seduta odierna ha votato diverse nomine:
Marco Cesare Bellion, già consigliere regionale, come membro della Commissione di Garanzia in sostituzione di Paolo Cattaneo. La votazione richiedeva i due terzi dei componenti del Consiglio regionale.
Simona Delbosco come membro del cda dell’Azienda pubblica di servizi alla persona - Apsp Casa Benefica.
Alessio Borro come rappresentante nell’assemblea dei delegati del consorzio di irrigazione e bonifica “Associazione irrigazione est Sesia” di Novara.
L’Aula all'unanimità ha inoltre modificato il dispositivo della deliberazione di nomina di Gian Paolo Zanetta nel cda Ires (Istituto di ricerche economico e sociali) che verrà svolta a titolo gratuito, in conformità della legge sugli incarichi a persone in stato di quiescenza.
3/3/20
+++++++++

Approvato il Testo unificato sui servizi funebri

03 Marzo 2020

Approvato con 40 voti favorevoli (astenuto Luv) il Testo unificato che introduce la possibilità di trasportare una salma a feretro aperto dal luogo del decesso, non solo ad una casa funeraria ma anche presso un’abitazione privata, purché ciò avvenga nel rispetto delle disposizioni di legge. Sarà anche possibile che il defunto possa essere traslato presso l'obitorio, il servizio mortuario delle strutture ospedaliere o presso le apposite strutture adibite al commiato, nel caso in cui il decesso avvenga in abitazioni inadatte per l'osservazione o vi sia espressa richiesta degli stessi familiari, entro ventiquattro ore dal decesso e indipendentemente dall’accertamento di morte.

Nel corso del dibattito (sono intervenuti i consiglieri dei Gruppi Pd, Moderati, M5s, Fi, FdI e Lega) riconoscendo la delicatezza dell’argomento, è stato evidenziato come il testo unificato migliori la specifica legge regionale del 2011, equiparandola a quella di altre Regioni italiane all’avanguardia in materia.

L’assessore regionale alla Sanità ha voluto espressamente ringraziare i consiglieri che hanno collaborato alla stesura e all’accordo per la modifica della legge regionale, avvenuta in maniera bipartisan.

Con un emendamento della Lega, è poi stato innalzato da 3mila a 5mila abitanti il limite demografico per i Comuni che potranno applicare la deroga per l’incompatibilità tra gestione dei servizi cimiteriali e gli operatori privati del settore.

In precedenza, il presidente del Consiglio regionale aveva incontrato le Associazioni piemontesi delle imprese di onoranze funebri.

Dare alle famiglie la libertà di scelta in momenti così difficili è soprattutto una dimostrazione di civiltà. Questo giudizio è stato ribadito più volte oggi in Consiglio regionale, durante la discussione del testo unificato in materia di servizi necroscopici, funebri e cimiteriali. Dello stesso parere si è dichiarato anche il presidente dell’Assemblea, che giudica la decisione un’importante dimostrazione della politica in un campo così delicato come quello del commiato dalle persone a noi più care.
+++++++++++

Servizi sociali, ripristinati i fondi sul bilancio

Nella proposta di Bilancio presentata dalla Giunta viene completamente ripristinato il taglio del trenta per cento attuato dalla precedente amministrazione sul Fondo regionale per la gestione dei servizi sociali.

L’assessore al Welfare ha sottolineato come per il 2021 e 2022 sia stata stabilita una dotazione finanziaria di 44.374.000 euro, che pone così rimedio ai drastici tagli che avrebbero arrecato un grave danno all’operatività dei servizi sociali, già in forte difficoltà. Segno, questo, di una precisa volontà dell’assessore che intende valorizzare e creare le condizioni più favorevoli per quei servizi che sono essenziali per tutti i cittadini piemontesi. L’assessore ha poi ribadito che non possano sussistere, in un sistema efficiente, disparità sociali ed economiche, garantendo l’impegno a rendere omogenee le modalità di erogazione delle prestazioni su tutto il Piemonte, anche alla luce della prossima definizione del Piano regionale per la non autosufficienza, come obbligo di legge.

N.B. La presente comunicazione è mancante di virgolettati e nomi degli assessori secondo quanto disposto dall’art.9 c.1 della legge 22 febbraio 2000 n.28 in tema di par condicio nei periodi pre elettorali e referendari.

3/3/20
+++++++++
DISPOSIZIONI ORGANIZZATIVE ATTINENTI L’ATTIVITA’ ISTITUZONALE A

SEGUITO DELLE MISURE URGENTI IN MATERIA DI CONTENIMENTO E

GESTIONE DELL'EMERGENZA EPIDEMIOLOGICA DA COVID-19.

(Svolgimento delle sedute del Consiglio regionale)

Le sedute del Consiglio regionale, in deroga a quanto previsto dall’articolo 43
dello Statuto regionale e dall’articolo 52 del Regolamento interno, non sono

aperte al pubblico.

L’accesso all’aula consiliare e alle relative pertinenze non è consentito a
visitatori, delegazioni, pubblico e giornalisti. È ammessa la presenza di un solo

collaboratore per gruppo consiliare.

La pubblicità delle sedute è comunque garantita dalla trasmissione in diretta
sul sito istituzionale del Consiglio regionale nonché sui canali social.

(Eventi, manifestazioni e servizi al pubblico)

Sono regolarmente svolti i servizi aperti al pubblico, compreso l’accesso del
pubblico alla biblioteca regionale, previa adozione delle opportune misure di

cautela al fine di evitare la concentrazione di persone in ambienti chiusi.

L’accesso alle mostre organizzate a palazzo Lascaris è consentito fino a un
massimo di 5 visitatori per volta.
2/3/20
+++++++++++++

Torino, 21 febbraio 2020

DALLA REGIONE MAGGIORE SOSTEGNO PER PARTECIPARE ALLE FIERE ZOOTECNICHE
Copertura del 100% dei costi per le aziende che partecipano a fiere e concorsi zootecnici

Per favorire le aziende agricole a partecipare alle fiere e ai concorsi zootecnici, in particolare a carattere locale e in zone marginali, la Giunta regionale del Piemonte, su proposta dell’Assessore regionale all'Agricoltura, cibo, caccia e pesca, ha approvato la delibera che stabilisce a partire dal 2020 la copertura fino al 100% dei costi ammissibili.

La copertura riguarda le spese di iscrizione, le spese di viaggio e di trasporto degli animali, che le aziende di settore affrontano per partecipano alle fiere

Per l’Assessore regionale all'Agricoltura si tratta di un importante aiuto da parte della Regione innalzando il limite dal 70% - come previsto dal bando regionale per l’erogazione di contributi a progetti e iniziative promozionali - al 100%,. Inoltre l’innalzamento al 100% risponde alle disposizioni previste dal Regolamento UE n.702/2014 che indica che l’intensità degli aiuti può arrivare al 100% dei costi ammissibili.


N.B. La presente comunicazione è mancante di virgolettati e nomi degli assessori secondo quanto disposto dall’art.9 c.1 della legge 22 febbraio 2000 n.28 in tema di par condicio nei periodi pre elettorali e referendari.
++++++++++++++++

Scuolabus, 500 mila euro per nuovi mezzi

Un milione di euro per i Piani regolatori dei Comuni oggi in Commissione Urbanistica

In Seconda Commissione, nelle giornate di martedì 18 e mercoledì 19 febbraio, sono proseguiti gli interventi dei singoli assessori sulle materie di proprie competenza per quanto riguarda le cifre da inserire nel bilancio di previsione.

L'assessore ai trasporti ha indicato di un importo in bilancio di circa 543 milioni di euro. Di questi, 226 milioni saranno destinati al trasporto ferroviario, trasporti e logistica, bonus pendolari e carta Tuttotreno e 314 milioni per il trasporto pubblico su gomma. Una voce a parte riguarda gli scuolabus, per i quali la Regione Piemonte stanzia 500 mila euro per il 2020, finalizzati all'acquisto di nuovi mezzi.

Sul fronte della tutela del suolo ci saranno 5 milioni di euro per interventi urgenti legati ai danni causati dalle alluvioni e 8 milioni per fronteggiare le calamità naturali. I capitoli di Urbanistica sono stati trattati nella seduta di mercoledì con l'intervento dell'assessore competente. Tutte le somme stanziate lo scorso anno sono state confermate, tra queste 70mila euro per i progetti di qualità paesaggistica realizzati dai Comuni e un milione di euro in favore dei Comuni che devono adeguare i loro piani regolatori ai nuovi strumenti urbanistici regionali. 19/8/20 ++++++++++++

AGGIORNATO IL
05/04/2020 14:47:35

L'INFORMAZIONE

RUBRICHE